about

Name: Le Ombre
From:
About me:
More..
Hate and love
  • Hate : ---
  • Love : ---
  • My music : ---
  • My books : ----
Archives
tagboard
Insert your tagboard here :)
Width shouldn't exceed 190 px
empty box
write what you want here or just delete it :)
Credits
Layout design by: Pannasmontata
Cattivi si nasce non si diventa! Quando la cattiveria non è solo un optional ma un vero e proprio fattore genetico.
Thursday, May 18, 2006,4:23 AM
L'Universo dello Specchio
L'Imperatore giaceva nel suo letto. La maga che godeva delle sue grazie in quel periodo era bella, aggraziata e con lunghi capelli rossi.
Li avrebbe quasi carezzati se quel gesto non avesse denotato debolezza.
Dopo le esecuzioni di piazza, aveva bisogno di rilassarsi e non c'era niente di meglio di una bella donna per farlo.
La bellezza del corpo nudo di lei, lo fece eccitare di nuovo. La bacio' e l'amo' ancora.
Sarebbe potuto rimanere ore cosi', nell'ozio. Ma non aveva il tempo, non poteva permetterselo.
Cosi' la caccio' bruscamente dalla stanza. Quindi si lavo' ed usci'. Aveva molte cose da fare.

Quando fece il suo ingresso nella Sala dei Troni, l'Imperatrice gia' sedeva sul suo e ascoltava i resoconti di guerra dei generali. Immaginava cosa avesse fatto il marito, ma non gliene importava: il loro era un matrimonio di convenienza, di potere. Quello che interessava loro era il comando, non certo con chi altri andavano a letto quando ne avevano voglia.
E poi lei sapeva sempre come prenderlo. Lui era quello forte e duro, il braccio, mentre lei dava l'immagine di quella piu' diplomatica, quella con la quale si poteva parlare.
Nessuno poteva sapere quanto il suo volere influenzasse le azioni del marito, e a lei stava bene cosi': le assicurava il secondo posto nelle graduatoria della persona piu' ambita da uccidere. In caso, lei si sarebbe salvata e si sarebbe vendicata: era difficile trovare un altro uomo perfetto per fare l'imperatore!
Infondo c'era intesa tra loro e non solo tensione sessuale.

Il mago si sedette, era di nuovo di cattivo umore. I militari s'inchinarono a lui mostrando la dovuta devozione. I suoi scatti d'ira erano tristemente noti.
Il vampiro, il generale dei non-morti, fece il resoconto all'imperatore dopo un cenno di assenso della sovrana.
La battaglia su quel fronte volgeva bene. Le armate dei non-morti riuscivano a spaccare in due gli eserciti dei maghi orientali, permettendo ai mannari di infierire sulle ali ormai in rotta.

"Banchettiamo allora!" ordino' l'Imperatore alzandosi dal trono e lasciando la stanza "Che scorra vino a litri per il nostro successo!"
L'Imperatrice sorrise davanti ai generali e li congedo', ma come rimase sola col marito s'acciglio'.
Verso' da bere in lussuosi boccali d'oro massiccio e lo raggiunse nella sala da pranzo a loro riservata.
Le si avvicino' stando bene attenta a non passargli alle spalle: l'uomo non avrebbe esitato ad uccidere nemmeno lei.
Entrambi sapevano bene che nella loro posizione non ci si puo' permettere il lusso di dare le spalle a qualcuno.
"Cos'hai marito!" scandi' quell'ultima parola perche' lui capisse che lei sapeva dell'ennesimo tradimento.
Lui si volse per prendere il boccale che gli veniva porto.
"Abbiamo mezzo mondo ai nostri piedi," disse "I nostri eserciti vincono anche in oriente eppure..."
"Eppure?" domando' lei, incredula, incapace questa volta di capire il problema.
"Eppure non sono soddisfatto! Ho il mondo ai miei piedi, posso decidere della vita e della morte di chiunque eppure... non sono soddisfatto."
La maga s'incupi', aveva notato lo strano umore del marito, di solito chiassoso, energico e duro.
"Sei un Imperatore." gli rispose con semplicita', mentre valutava se non fosse il caso di cercare un altro campione "Non c'e' posa per noi. C'e' solo altro da dominare."
Poi rise apertamente come solo con lui si permetteva il lusso di fare.
Anche il mago abbozzo' un sorriso e bevve il vino d'un fiato, sapeva che in quella stanza, la loro sala da pranzo privata, non potevano entrare cibi avvelenati senza far scattare gli allarmi.
"Hai ragione amore!"
La donna sobbalzo', era dalla loro prima volta che non la chiamava piu' cosi'.
"Hai ragione..." ripete' lui "Per questo partiro' domani stesso e andro' sul fronte."
Di nuovo l'Imperatrice si stupi' ma riusci' a celarlo con un'espressione annoiata: anni di pratica nel nascondere le proprie emozioni erano pur serviti a qualcosa.
Doveva fare qualcosa e subito, da separati erano piu' vulnerabili, possibile che lui non ci arrivasse, o peggio non gli importasse?
Prese un sorso di vino e poggio' il boccale. Si avvicino' al marito e lo prese tra le braccia. Gli carezzo' la nuca e lo bacio' sensualmente.
"Come sei irruento! Solo perche' la situazione evolve positivamente sul fronte, gia' vuoi partire per prendertene il merito?"
Il sovrano fece resistenza "E non sarebbe il giusto merito?" sembrava risentito.
La maga cambio' tecnica "Certo che lo sarebbe. Lo sarebbe per entrambi."
Lui annui' e lei lo prese di nuovo tra le braccia.
"Partiremo insieme, quando sara' il momento."
"E quando sara' questo momento?" ora lui faceva meno resistenza alle sue avanche.
"Presto... presto."
posted by Le Ombre
Permalink | 0 comments
Thursday, May 11, 2006,7:49 AM
Lista nera
1 - Circlestar
2 - Tutto il resto del mondo

Ascol'd
posted by Le Ombre
Permalink | 0 comments
,7:36 AM
Pensieri in libertà di un bel cattivo
Circlestar e la Aleris sono belli; potevano aspirare ad una bella carriera da cattivi.
Circlestar e' pure un Auror, l'eccezione che conferma l'altra regola (quella che di solito gli Auror sono brutti).
Rasmus è bello... lui è uno zio bello, è differente.
Marcus anche è bello e... lui va bene.

Io e l'Auror Circlestar non siamo proprio amici, sicuramente conoscenti, ma non amici.
Ho già detto che e' bello, sebbene abbia provato a cambiargli i connotati, ... il perchè non abbia scelto di fare il cattivo se lo chiede anche il padre: l'Iniziato. Sono piuttosto certo che ora, però, non se lo chieda più... ah ah ah ah.... il primo posto in classifica ora è tutto mio!!!

Amici mi dicono che da quando gli ho rotto il naso se l'e' fatto rifare piu' bello... che frustrazione!!
Mi segno anche questa sulla lista nera.

Ascol'd
posted by Le Ombre
Permalink | 0 comments
,7:03 AM
Bellezza
Io sono un cattivo. Ho tutti i requisiti.
Bello sono bello, e su questo non si discute. A quanto pare è uno dei requisiti fondamentali della cattiveria. La storia è piena di cattivi dalla bellezza strabiliante.
Questa è una cosa fondamentale da imparare. Il "cattivo" è sempre ed immancabilmente bello. Quelli che non sono belli, non sono cattivi. Potranno essere dei perfidi, dei sadici, dei mostri, degli incubi, dei malvagi, degli agglomerati di cattive abitudini, ma non sono cattivi. Bellezza e cattiveria vanno a braccetto, sempre!
Volete degli esempi pratici?
Io, Ascol'd, indiscutibilmente bello, sono un cattivo.
PJ, basso, traccagnotto e calvo, non è un cattivo, forse un mediocre malvagio.
L'Iniziato, pare sia bello, quindi cattivo.
Il Putrido, orrendo, mostro.
Avete le idee più chiare ora?
Miei cari, giovani lettori (va bene, molti potrebbero obiettare di non essere affatto giovani, ma... scusatemi, in confronto ad un demone come me, che di anni ne ha qualche centinaio, siete tutti piuttosto giovani), è fondamentale per il vostro futuro imparare a riconoscere un cattivo dagli altri.
Ma prima di tutto, guardatevi allo specchio... siete belli? Allora avete dalla vostra il primo, grande, irrinunciabile requisito per la scalata alla cattiveria. Non lo siete? Allora rassegnatevi, studiate sodo e sono sicuro che riuscirete a diventare degli ottimi malvagi, ma non sperate di essere cattivi.
Io cattivo ci sono nato. Già, purtroppo, piccoli miei, se si nasce buoni e bravi, difficile poi diventare cattivi in seguito. Certo, con una grande dose di forza di volontà e determinazione si può tutto... il fatto è che, generalmente, chi è buono d'animo... non ha come sogno nel cassetto quello di essere un supercattivone. Strano, dico io. Che c'è di più bello e gratificante?
Be'.... sarebbe gratificante se al mondo ci fossero meno Auror. Questi signori (ma anche signore, ben si intende), hanno la brutta abitudine di cercare in continuazione di farti fuori.
Ti spuntano alle spalle e zac, ti infilzano a tradimento. E, che resti tra di noi, sono anche dei grandi maleducati. Innanzi tutto, non avvertono mai quando stanno per venire ad ucciderti, un gufo, una chiamata via camino... e poi, non controllano neppure che tu sia morto per bene, ti lasciano li per terra agonizzante e se ne vanno a far baracca nella prima taverna che trovano. Ti portassero almeno una bottiglia di birra per rendere più piacevole il trapasso.
Comunque, bambini miei, ricordate, la bellezza innanzi tutto, se siete belli, potete aspirare ad essere come me!
Non lo siete, pazienza, farete l'Auror.

Ascol'd
posted by Le Ombre
Permalink | 0 comments
Monday, May 08, 2006,11:53 AM
Eccezioni
Padre Jacob non è bello... ma conferma la regola.
Neanche il Putrido è bello... ma il Putrido non è nemmeno un cattivo coi fiocchi.
posted by Le Ombre
Permalink | 0 comments
,11:50 AM
Cattivi...
...si nasce.
E solo i piu' belli nascono cattivi!
posted by Le Ombre
Permalink | 0 comments